Università
della
Svizzera
italiana
Accademia
di architettura
Laboratorio
di Storia
delle Alpi

 
 

2000 metri sopra le cose umane

12.03.2014

 

2000 metri sopra le cose umane
I rifugi alpini: storia, tipologia, funzioni

Quanti sono i rifugi e bivacchi delle Alpi? Probabilmente un migliaio. O forse ben più del doppio. Il rifugio alpino incarna un'immagine condivisa nel sentire collettivo oppure no? Intorno alla storia e all'attualità dei rifugi nei loro aspetti edilizi, ambientali, sociali, alpinistici e politici, ruota l'interesse dell'associazione culturale Cantieri d'alta quota, fondata a Biella nel 2012 che, oltre a promuovere un grande censimento-osservatorio di tutti i rifugi e bivacchi delle Alpi è la curatrice della mostra itinerante dal titolo 2000 metri sopra le cose umane, I rifugi alpini: storia, tipologia, funzioni. La mostra approda a Mendrisio in una veste appositamente pensata, assieme al Laboratorio di Storia delle Alpi, per l'Accademia di Architettura e rappresenta il primo tentativo di restituire le vicende che hanno portato alla costruzione dei rifugi alpini, analizzando le motivazioni
della committenza, le tecniche e i materiali edilizi e le figure dei progettisti.
Oltre all'introduzione storica, cinque sono le sezioni della mostra che saranno ospitate nel foyer di palazzo Canavee con il supporto dell'apparato espositivo realizzato dall'atelier Blumer dell'Accademia di architettura: Riparo, Bivacco, Comfort, Tecnologia e Paesaggio.


In occasione dell'inaugurazione interverranno:

  • Marco Della Torre, Coordinatore di direzione, Accademia di architettura
  • Luigi Lorenzetti, LabiSAlp, Accademia di architettura
  • Luca Gibello, Presidente Associazione Cantieri d'alta quota
  • Nicola Baserga, architetto e docente, Accademia di architettura
  • Ulrich Delang, Club Alpino Svizzero, Segretariato centrale

 

Accademia di architettura
Palazzo Canavée
Via Canavée 5
6850 Mendrisio (Svizzera)

 

Allegati

CADQ_invito-1.pdf

Articolo fornito da
USI Feeds